Business

Verso il futuro delle imprese: la prospettiva del fintech

April 30, 2020 by Qonto Italia
Verso il futuro delle imprese: la prospettiva del fintech

Quale futuro attende le imprese dopo la crisi causata dal Covid-19? 

Venerdì 24 aprile, Mariano Spalletti - Country Manager Italia di Qonto - e Antonio Lafiosca - COO di BorsadelCredito.it Group - si sono trovati in diretta con PMI e professionisti per discuterne insieme.

L'idea del webinar è nata nell'attuale contesto di emergenza in cui sia Qonto che BorsadelCredito.it si sono impegnati in iniziative a sostegno della continuità del lavoro e a supporto delle imprese in preparazione della fase di ripresa

In questo articolo ti raccontiamo i temi principali emersi durante il webinar, di cui puoi anche vedere la registrazione quando preferisci 👇

Gli effetti della crisi sulle imprese e il New Normal

L'emergenza epidemiologica in corso sta avendo un impatto economico forte: una riduzione dei volumi di vendita e fatturato che sta interessando la maggior parte dei settori, ad eccezione di quello alimentare e dell’e-commerce. Allo stesso tempo, però, assistiamo anche ad un impatto sulle abitudini, che nel medio periodo si trasformerà in un cambiamento culturale - caratterizzato da un nuovo modo di lavorare e di interagire. 

Le aziende si sono trovate dunque a dover affrontare una riorganizzazione interna ed esterna. Quella interna riguarda i processi aziendali, lo smart working e l'adozione di strumenti di lavoro scalabili e distribuiti. Quella esterna riguarda invece il ripensamento della filiera di approvvigionamento, vendita e distribuzione online di prodotti e servizi. 

Tra le tante difficoltà legate all'attuale crisi, si aprono anche degli scenari positivi: per le imprese la digitalizzazione non è solo un'esigenza, ma anche un'opportunità per risparmiare tempo e denaro. 

È molto difficile pensare che l’adozione di soluzioni digitali verrà abbandonata sia da consumatori che da aziende; per questo parliamo di New Normal, ovverosia di una "nuova" normalità nella quale il digitale -finora approcciato come una necessità -diventerà una consuetudine, se non addirittura un elemento strategico

Perché il digitale rappresenta un’opportunità?

L’approccio al digitale ha messo in luce la qualità e l'efficienza di strumenti innovativi, che hanno supportato la continuità del lavoro. Il digitale presenta infatti dei vantaggi evidenti, come l'accessibilità,  rendendo possibile operare a distanza senza dover essere fisicamente in ufficio, e la semplicità di utilizzo,  poiché il digitale nasce e si sviluppa proprio intorno al cliente. 

Inoltre, i servizi digitali sono più economici: il costo di erogazione è ridotto poiché i processi sono snelli ed efficaci, le infrastrutture sono più flessibili e l’erogazione del servizio facilmente scalabile. Grazie a tutti questi elementi il risparmio offerto non è solo economico, ma anche e soprattutto, a livello di tempo.

Perché parliamo di fintech?

Il fintech è il punto di incontro tra finanza e digitale: si fonda su competenze e tecnologie semplici, rapide e flessibili. Quando parliamo di fintech, consideriamo diverse tipologie di servizi: dai pagamenti digitali ai finanziamenti e prestiti, dalla gestione del risparmio agli investimenti e ai servizi bancari. 

Il fintech è un settore in espansione a livello globale: dal 2014 gli investimenti crescono a doppia cifra di anno in anno e solo nel 2019 sono cresciuti del 30%, arrivando a toccare i 50 miliardi di euro. Il 10% di questi investimenti è stato destinato alle challenger banks, le quali rappresentano 3 sul totale di 5 unicorni fintech a livello mondiale. Anche in Italia il fintech è un settore in espansione, sia in termini di valore che di fiducia. 

Nel New Normal il fintech potrebbe diventare un vero e proprio elemento strategico per le imprese, alla luce delle sue caratteristiche e in quanto abilitatore e facilitatore. Il fintech d'altronde è  un abilitatore poiché permette di avere dei servizi immediati e un facilitatore poiché consente l'accesso a servizi digitali integrati per il risparmio di  tempo e liquidità. 

Perché il fintech rappresenta un elemento strategico?

In questo momento di difficoltà le imprese hanno sviluppato nuove abitudini e necessità che, probabilmente, caratterizzeranno anche il futuro. Il fintech rappresenta un elemento strategico perché offre soluzioni in linea con le nuove esigenze aziendali: semplicità, velocità, accuratezza, flessibilità e risparmio.

Il fintech e il New Normal

Per questo i servizi fintech usciranno rafforzati da questo periodo di emergenza. In particolare, nel New Normal risulteranno vincenti tutte quelle realtà che riusciranno a portare capitale in modo digitale e flessibile, i servizi fintech che faciliteranno la disintermediazione - ovverosia i sistemi di finanziamento e brokeraggio - e quelli appartenenti al mondo dell’open banking.

Si tratta di soluzioni ancora embrionali che probabilmente diventeranno fondamentali in futuro. Questo permette il fiorire di numerose nuove realtà, anche nell'ambito dell'intelligenza artificiale e dell'Internet of Things. Si apre la strada alle collaborazioni e integrazioni di servizi per meglio rispondere alle nuove esigenze aziendali.

Le collaborazioni fintech nel New Normal: Qonto e BorsadelCredito.it

Una delle tendenze in materia di servizi finanziari e imprese è la ricerca sempre più assidua di un'alternativa valida alle banche tradizionali. Gestire il proprio business rapidamente e in maniera efficace è ormai una necessità imprescindibile. Qonto e BorsadelCredito.it collaborano da tempo per poter garantire un servizio completo, proponendo alle PMI italiane un conto aziendale online e un canale di finanziamento digitali, innovativi e rapidi. Si tratta di una sinergia in grado di rispondere in maniera efficace alle attuali esigenze delle imprese e ancor più alle esigenze che si consolideranno nel contesto che abbiamo definito come New Normal. 

Qonto e BorsadelCredito.it sono infatti due operatori verticali e specializzati: da una parte Qonto con il suo conto online per PMI e professionisti, e dall’altra BorsadelCredito.it, il principale marketplace di finanziamenti alle imprese. La nostra collaborazione, così come molte altre, è ora più che mai necessaria e destinata a moltiplicarsi nel futuro, con il fine di andare incontro alle nuove esigenze e di offrire soluzioni tanto complete quanto quelle offerte dalla finanza tradizionale, ma molto più semplici, flessibili ed efficienti.

Qonto risponde alle nuove esigenze del New Normal offrendo efficienza, reattività e semplicità di utilizzo, grazie ad un'interfaccia intuitiva e ad un servizio completamente digitale. Inoltre, Qonto offre un servizio accurato, in quanto specializzato per il business, e flessibile: è possibile invitare i propri collaboratori a partecipare alla gestione di spese e pagamenti, con un accesso al conto dedicato e diverse carte. Infine, Qonto permette di scegliere il piano più adatto alle esigenze di ogni impresa, con tariffe chiare e trasparenti, garantendo in ogni caso un significativo risparmio di tempo nella gestione bancaria quotidiana.

Anche BorsadelCredito.it risponde alle nuove esigenze delle imprese offrendo un servizio 100% digitale, semplice, accessibile e flessibile. BorsadelCredito.it garantisce un'estrema reattività nell'approvazione delle richieste di finanziamento - le richieste vengono gestite in 24 ore - e nella sua effettiva erogazione - entro 2-3 giorni lavorativi. Questo avviene grazie ad una maggior accuratezza nella valutazione del rischio, garantita da una procedura multi-stage e dagli strumenti di open banking. Infine, Borsadelcredito.it offre un servizio flessibile ed adattabile alle esigenze delle imprese in pochi giorni: basta pensare alle recenti novità inerenti alla liquidità. I costi sono trasparenti, legati esclusivamente al finanziamento in corso,  favorendo un ulteriore risparmio.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli: