Team

Le PMI italiane scoprono il banking digitale: un anno di crescita per Qonto

May 20, 2020 by Qonto Italia
Le PMI italiane scoprono il banking digitale: un anno di crescita per Qonto

Il 14 maggio del 2019 Qonto sbarcava in Italia per supportare tutte le PMI e i professionisti italiani. Oggi, ad un anno di distanza, celebriamo 12 mesi di grandi successi, raggiunti grazie al contributo e alla fiducia di tutti i nostri clienti che hanno scelto Qonto come compagno del loro business. 

Il primo anno di Qonto in Italia si conclude con un bilancio decisamente positivo e con un'ulteriore accelerazione negli ultimi mesi, nonostante l'emergenza epidemiologica. Il valore delle transazioni ha superato i 300 milioni di euro, raddoppiando i volumi negli ultimi 3 mesi, e i nuovi clienti che hanno scelto Qonto sono cresciuti mese su mese con un tasso del 25%. Quanto al fatturato medio mensile, quello relativo al mercato italiano è quadruplicato nel 2020 rispetto al 2019 - registrando un raddoppio del valore nel primo trimestre 2020 rispetto al quarto trimestre 2019. 

Un insieme di risultati positivi reso possibile grazie al perseguimento di una strategia ben precisa, basata su due obiettivi, oltre che sull'ascolto costante di tutti i nostri utenti e delle loro esigenze. Durante questo primo anno, abbiamo innanzitutto scelto di puntare sulla localizzazione i nostri servizi e di adattarli alle necessità espresse dal tessuto imprenditoriale italiano, con il lancio dell'IBAN italianoe di un dispositivo POS innovativo. Per rendere ancora più fluida, completa e flessibile l'esperienza quotidiana vissuta da ognuno dei nostri clienti abbiamo anche lanciato due nuove carte di debito in aggiunta alla carta One, ciascuna con caratteristiche e limiti diversi. La carta Plus - pensata per garantire libertà, flessibilità e coperture assicurative maggiori - e la carta X, la prima carta in metallo pensata esclusivamente per il business, con un design e dei vantaggi esclusivi come il servizio di concierge o gli importi massimi di pagamenti e prelievi più alti.

Parallelamente all'obiettivo della localizzazione ne abbiamo perseguito un altro: abbiamo scelto di dare vita a partnership con attori selezionati per offrire servizi complementari utili, capaci di rendere ancora più completa l'esperienza offerta da Qonto. Sono nate così le sinergie con BorsadelCredito.it - una partnership per aiutare i nostri clienti ad avere accesso al credito - con LexDo.it - un accordo favorire per favorire la costituzione di società (SRL, startup innovative, SRLS) in modo semplice e rapido - e con iZettle per offrire a imprese e professionisti un POS innovativo collegato direttamente al conto Qonto.

Mariano Spalletti - il nostro Country Manager Italia - racconta che

La crescita di Qonto in Italia durante questo primo anno è avvenuta grazie ad un servizio flessibile e di valore, un vero e proprio compagno di business per le PMI e per i professionisti italiani, che abbiamo creato e adattato senza mai smettere di ascoltare i bisogni ed i suggerimenti dei nostri clienti. Abbiamo scelto di localizzare e rendere più completo il nostro servizio: migliorare l'esperienza vissuta da ciascun cliente è stato e sarà il nostro obiettivo.

Anche durante l'emergenza sanitaria, abbiamo raggiunto dei risultati positivi che fanno emergere un dato importante: la crisi innescata dalla diffusione del Coronavirus ha spinto le PMI italiane a prediligere la semplicità, la rapidità e l'efficienza dei nuovi servizi di banking digitale.  Il numero dei clienti italiani acquisiti da Qonto tra marzo e aprile 2020 è cresciuto del 55% rispetto a quello registrato a gennaio e febbraio. Ad essere cresciuto nei mesi di marzo e aprile è anche il fatturato, registrando un incremento del 35% rispetto ai mesi di gennaio e febbraio 2020.

Nonostante il lavoro da remoto e le difficoltà relative alla situazione sanitaria, in questi mesi di lockdown abbiamo messo in campo tutte le nostre energie per rispondere in maniera adeguata ai nuovi bisogni e alla digitalizzazione forzata, con l'obiettivo di permettere alle PMI e ai professionisti italiani di continuare ad operare in maniera flessibile. Abbiamo garantito la possibilità di provare il piano prescelto gratuitamente per due mesi e di ordinare senza costi aggiuntivi carte virtuali in aggiunta oltre a quelle già incluse nel piano stesso, per agevolare gli acquisti online in aumento.

A spiegare le ragioni dell'accelerazione registrata in questo periodo complicato sono le parole di Mariano Spelletti:

i risultati ottenuti nonostante una fisiologica diminuzione delle spese con carta nei negozi, dimostrano che i professionisti e le PMI italiane hanno una reale necessità di servizi innovativi, digitali, affidabili e sono pronte ad adottarli, perché rispondono in modo efficace e efficiente alle esigenze di chi lavora, nonostante contesti particolarmente problematici o avversi come quello attuale. È qui che a mio avviso si è creato di fatto uno spartiacque fra il futuro rappresentato dai servizi di banking digitali e le banche tradizionali che, in un momento complesso come questo, stanno faticando  a erogare i servizi più basilari di cui le imprese hanno bisogno per continuare a lavorare. A differenza degli istituti di credito (o delle banche) tradizionali, siamo riusciti a mantenere gli stessi livelli di servizio di prima lavorando da casa, una sfida che il mercato ha premiato con un’accelerazione della crescita proprio nei mesi più critici dell’emergenza Covid-19.

Possiamo concludere l'anno trascorso festeggiando i traguardi e i risultati positivi raggiunti, con la consapevolezza di dover continuare in questa direzione per perfezionare sempre più l'esperienza offerta da Qonto a tutti i nostri attuali e futuri clienti. 

Ti potrebbero interessare anche questi articoli: