Aprire un conto corrente aziendale: la procedura

Un conto corrente aziendale è obbligatorio per alcune forme giuridiche, utile per ottimizzare la tua gestione finanziaria e la produttività della tua attività.

Provalo gratis

Conto corrente aziendale online

Qonto ti permette di aprire un conto corrente business online e di beneficiare di tanti servizi.

I vantaggi di un conto corrente aziendale online

Qonto nasce per semplificare la quotidianità di PMI e professionisti, ottimizzando la gestione finanziaria e contabile di ogni tipologia di business!

Provalo gratis

Aprire un conto aziendale per PMI?

Per le società, sia di persone che di capitali, aprire un conto corrente business è obbligatorio. I servizi di Qonto ti danno accesso ad un conto corrente studiato apposta per PMI e clienti business.

Gestisci le tue finanze da un'unica interfaccia

Sincronizza il tuo conto corrente con il software che usi per gestire la tua contabilità e visualizza l'insieme dei dati da un'unica applicazione.

Lista movimenti illimitata

Dai accesso al conto al tuo commercialista

Dai accesso in lettura al tuo commercialista al conto corrente e dì addio all'invio degli estratti conto via email e alle condivisione di scontrini e ricevute!

Ricevi carte aziendali Mastercard

Puoi beneficiare di carte di debito Mastercard nominative per gestire al meglio le tue spese aziendali.: le carte Qonto possono essere sia fisiche che virtuali.

Apri la tua s.r.l. online

Costituisci la tua s.r.l. e apri il conto corrente online ed in modo semplice.

Crea la tua s.r.l. online

Vuoi costituire la tua s.r.l.? Grazie al nostro partner iubenda, puoi costituire la tua s.r.l. online ed in pochi giorni. Iubenda si curerà tutti gli aspetti e le procedure necessarie.

Crea la tua s.r.l.

Perché aprire un conto corrente aziendale per la tua attività?

Avere un conto corrente per un privato è divenuto quasi praticamente una necessità senza la quale risulta difficile ricevere lo stipendio o effettuare pagamenti. Allo stesso modo, per un'attività aziendale o imprenditoriale, aprire un conto corrente aziendale è in alcuni casi addirittura un dovere.

Anche in assenza di obblighi di legge un conto corrente business e delle carte aziendali restano comunque strumenti indispensabile per ottimizzare la gestione della propria attività.

Un conto aziendale infatti permette anche ai professionisti con partita IVA di dividere i flussi di denaro derivanti dall'attività professionale da quelli di tipo personale, eliminando confusione e ottimizzando la produttività della propria attività. In questo modo, avendo a disposizione innumerevoli servizi, è più semplice non solo gestire il conto corrente ma anche analizzare le spese, provvedere a eventuali ottimizzazioni e far crescere conseguentemente i profitti.

Conto corrente aziendale per imprese: è obbligatorio?

Aprire un conto corrente aziendale è obbligatorio per le società con personalità giuridica, dunque per le società di capitali, di persone e le ditte individuali. Tutti gli altri soggetti, come i professionisti con partita IVA ed i freelancer (o lavoratori autonomi), sono dispensati da tale vincolo, seppur l’avere un conto aziendale resti per loro una scelta consigliabile.

Portare avanti un’attività professionale senza un conto corrente ad hoc, separato da quello personale, può infatti rappresentare un vero e proprio limite.

Un'attività richiede passaggi e movimenti, come ad esempio la ricezione di pagamenti tramite POS, resi possibili soltanto da un conto business. Appare chiaro che esso costituisca un grande valore aggiunto per tutti i liberi professionisti, come dentisti, dottori, avvocati, notai o commercialisti, così come nel caso di commercianti e delle società.

Quando aprire un conto corrente aziendale per la tua impresa

Come visto in precedenza, essere titolari di un'impresa comporta un'operatività finanziaria che rende necessaria (o fortemente consigliabile) l'apertura di un conto corrente aziendale. Una società, un libero professionista o un commerciante effettuano spesso bonifici (anche quelli in area extra SEPA) da considerarsi come una prassi quotidiana di un'attività.

Oltre a ciò aziende e professionisti hanno nella maggior parte dei casi bisogno di servizi adeguati come una carta aziendale con la quale fare acquisti per conto dell'azienda, di un POS per accettare i pagamenti tramite carta di credito. Altrettanto indispensabile è una gestione accurata dei documenti attraverso un servizio che consente di accedere ed espletare i doveri tributari con un'apposita sezione dedicata all'F24.

Una citazione a parte merita la carta aziendale, strumento indispensabile solo per:

  • Avere traccia di tutti i pagamenti effettuati, migliorando gestione e controllo delle spese,
  • Perché l'unico mezzo di pagamento che può essere utilizzato nei viaggi di lavoro o in caso di trasferte dei dipendenti di un'azienda.

Nelle banca tradizionali per aprire un conto corrente è solitamente necessario prendere appuntamento in filiale ed indicare fin da subito le figure che potranno accedere e operare in nome e per conto della società. Questo non avviene con un conto corrente aziendale online, dove questi dettagli possono essere aggiunti in qualsiasi momento: online ed in pochi minuti.

Con Qonto, ad esempio, è anche possibile decidere il tipo di libertà di azione da dare ad ogni membro del conto corrente grazie ai permessi e ai tetti di spesa personalizzati. In questo modo potrai decidere di concedere soltanto un'operatività limitata, riservando a te e agli amministratori da te selezionati le operazioni più delicate e importanti.

Aprire un conto corrente aziendale significa apportare un miglioramento da un punto di vista finanziario e nell'ottica di questa strategia è bene valutare ogni soluzione disponibile.

I vantaggi di aprire un conto corrente aziendale online

È necessario fin da subito chiarire un concetto: un conto corrente aziendale ha solitamente costi più elevati se paragonati ai costi dei conti correnti per utenti privati. Sebbene dunque impossibile trovare un "conto corrente aziendale zero spese" è comunque possibile riuscire ad individuare il miglior conto corrente aziendale online in base alle proprie esigenze.

I conti correnti aziendali online sono senza dubbio la miglior soluzione per abbattere i costi che questo tipo di prodotto comporta. Ma prima ancora di aprire un conto è bene che tu sia consapevole del tipo di operatività che caratterizza il tuo business e del tipo di servizi di cui hai effettivamente bisogno.

Se ad esempio non hai bisogno di operazioni tipiche delle banche tradizionali, come il ricorso al credito, un conto corrente online sarà probabilmente la scelta migliore. Essi ti offrono infatti un servizio di multicanale estremamente semplice, flessibile e trasparente.

Oltre a costi solitamente ridotti rispetto ai conti correnti offerti da banche tradizionali, i conti correnti online ti danno anche la possibilità di operare ovunque ti trovi, anche dal tuo smartphone, senza l'obbligo di recarti necessariamente presso la filiale.

La procedura per aprire un conto corrente aziendale

Come visto nell’articolo dedicato ai conti correnti online per aprire un conto corrente gli istituti di credito (e/o di pagamento) sono obbligati da normative europee ad effettuare dei controlli per verificare se esistano o meno le condizioni per poter aprire il conto corrente. Tali controlli vengono svolti innanzitutto sull’identità personale di titolari e soci del conto corrente aziendale.

Tali controlli sono noti con l’acronimo di KYC (“Know your customer”). Essi sono finalizzati a verificare l’identità del titolare del conto, e verificare quindi che le persone fisiche collegate all’azienda non siano ricollegabili a crimini come il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo, ma anche a frodi bancarie.

Nel caso di un conto corrente aziendale, ai classici controlli di KYC (obbligatori su tutti i soci della società, anche se non inclusi nella gestione del conto corrente), si aggiungono anche i controlli detti di KYB (“know your business”). Questi consistono nella verifica dell’attività imprenditoriale della società a cui il conto corrente sarà intestato. Più precisamente si verifica che queste siano lecite o che siano comunque rientranti nel novero delle attività ammesse dall’istituto in questione.

I documenti per aprire un conto corrente aziendale

Per il KYC sono necessari almeno due documenti di identità ufficiali ed in corso di validità. In Qonto ad esempio richiediamo come primo documento di identità passaporto o patente di guida, oltre ad una carta di identità elettronica o una tessera sanitaria come secondo documento di identità. Nel caso di stranieri residenti in Italia invece, passaporto e regolare permesso di soggiorno.

Per il KYB sarà invece sufficiente un documento ufficiale che attesti l’esistenza della tua attività imprenditoriale. In Qonto è sufficiente:

  • Per società e per imprese individuali, una visura camerale aggiornata ad una data inferiore ai tre mesi. La visura camerale è il documento rilasciato dalle Camere di Commercio a tutte le attività registrate nei propri registri.
  • Per liberi professionisti e lavoratori autonomi, un modello unico completo (riportante il codice ATECO dell’attività svolta).

La differenza di un conto corrente online è che puoi ultimare la procedura interamente online ed in pochi minuti invece di dover prendere appuntamento in filiale e recarti in banca con i tuoi soci per apporre decine di firme. Lo stesso discorso vale per qualsiasi modifica che dovrai fare al tuo conto corrente business come l’aggiunta di nuovi utenti (es. collaboratori) con diritto di utilizzo del conto, emissione di nuove carte di debito, ecc., tutto online in modo semplice e rapido.

Come scegliere il miglior conto corrente aziendale

È difficile stilare una classifica precisa dei migliori conti correnti aziendali o dei conti correnti aziendali più convenienti in termini assoluti. Quando si sceglie un conto corrente aziendale la prima osservazione riguarda proprio il costo del canone fisso, che varia in modo molto sensibile da un'offerta all'altra.

Come detto in precedenza però un conto corrente aziendale “low cost”, seppur allettante, non è probabilmente la migliore soluzione per il tuo business. Il tutto per pochi euro…

Oltre al costo del canone fisso mensile, bisogna inoltre prendere in considerazione il numero di operazioni che rientrano gratuitamente all'interno del canone. È infatti il costo delle operazioni extra una volta superato il limite di operazioni gratuite ad incidere sensibilmente sul costo finale.

E’ importante infatti approfondire anche i costi variabili associati ad un conto corrente aziendale, spesso difficili da individuare nei fogli informativi dei conti correnti aziendali “tradizionali” (quelli cioè che puoi aprire presso una qualsiasi banca).

Sono proprio questi costi che, sulla base dell'operatività della tua azienda, potrebbero gravare sensibilmente sul costo realmente sostenuto. Per questo motivo Qonto ti offre la massima trasparenza su costi e funzionalità, grazie a delle tariffe trasparenti, esaustive e semplici da consultare. Inoltre diverse banche prevedono dei costi per la pratica di chiusura del conto corrente aziendale.

Il miglior conto corrente aziendale è trasparente

Elementi di estrema importanza risultano essere infine gli aspetti che impattano sull'efficienza e sulla performance operativa del conto. Le funzionalità offerte e le condizioni e i limiti di utilizzo del conto corrente sono ad esempio degli aspetti cruciali per la scelta del conto corrente.

E’ proprio per aiutarti nella scelta che abbiamo messo a punto due comparatori di conti correnti che prendono in considerazione costi e funzionalità offerte.

Il nostro comparatore di conti correnti aziendali tradizionali ti aiuterà a confrontare Qonto con i conti correnti aziendali dei principali istituti di credito, come Unicredit Imprendo One, Intesa Sanpaolo Business 10, Credem, Ubi Banca, Banca Sella.

In alternativa, potrai anche consultare il nostro comparatore di conti correnti aziendali online, per confrontare Qonto con i conti correnti business offerti da neo-banche, come Fineco small business, Revolut for business, N26, e Holvi.