Business

COVID-19: continuità del servizio e misure adottate da Qonto

March 26, 2020 by Qonto Italia
COVID-19: continuità del servizio e misure adottate da Qonto

I migliori alleati sono quelli che rimangono al tuo fianco nei momenti più difficili. Per questo, adesso più che mai, vorremmo essere per te un vero e proprio compagno di business, dando il nostro contributo per sostenere il più possibile la continuità del tuo lavoro.

Qonto è 100% operativo, come sempre

In sintesi

In quanto istituto regolamentato, Qonto è tenuto annualmente ad aggiornare e testare il proprio piano di continuità operativa e di emergenza. Questo piano è stato attivato a seguito degli annunci del Presidente francese Emmanuel Macron e ci permette di mettere in atto tutte le misure necessarie per garantire la continuità dei nostri servizi.

Il servizio di Qonto rimane quindi 100% operativo, grazie alle nostre funzionalità disponibili e funzionanti 100% online e ai nostri team che seguono regolarmente le proprie attività da remoto.

Puoi quindi continuare a gestire spese e pagamenti della tua attività tramite il tuo conto Qonto, come hai sempre fatto.

Puoi contattare il nostro servizio clienti

Ti consigliamo di consultare le nostre FAQ per trovare le risposte alle domande più comuni. In questo modo il nostro servizio clienti riuscirà a dedicarsi e a gestire in modo più efficiente le richieste urgenti.

Per qualsiasi esigenza di supporto ulteriore, puoi comunque contattare il nostro servizio clienti nei consueti orari lavorativi (tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00).

Ti chiediamo solo di considerare che il tempo medio di risposta può essere più lungo del solito, in quanto la capacità del nostro team è al momento ridotta. Inoltre, per aiutarci a mantenere il servizio quanto più efficiente possibile, ti chiediamo di contattarci via email (support@qonto.eu) o tramite le nostre pagine social.

Se hai una richiesta urgente che necessita di essere trattata al telefono, puoi scriverci tramite questi canali e ti chiameremo noi il prima possibile.

Puoi aprire un conto Qonto

La continuità del nostro servizio è garantita anche a chi ancora non ha un conto Qonto e desidera aprirne uno: siamo felici di continuare ad accogliere nuove imprese e professionisti e a offrire loro un servizio 100% online per gestire finanza e contabilità in modo semplice da remoto.

Puoi effettuare bonifici e addebiti diretti

Le operazioni di bonifico e addebito diretto funzionano regolarmente.

Link utili:

Puoi ordinare e utilizzare le nostre carte di debito

Le nostre carte di debito (fisiche e virtuali) funzionano regolarmente. Puoi quindi ordinare quelle di cui hai bisogno e utilizzarle per i tuoi pagamenti.

Tuttavia, i servizi postali hanno apportato delle modifiche ai loro processi per tutelare la salute dei loro dipendenti. In particolare, il servizio di spedizione delle nostre carte è attivo solo il mercoledì, il giovedì e il venerdì e, di conseguenza, il tempo di consegna delle nostre carte potrebbe subire un ritardo fino a 3 giorni.

Cosa cambia?

Consegna delle carte fisiche

Accettiamo regolarmente gli ordini di carte fisiche, ma la produzione e la consegna potrebbero richiedere più tempo del solito. In particolare, il servizio di spedizione è attivo solo il mercoledì, il giovedì e il venerdì. Pertanto, le tempistiche necessarie per ricevere le nostre carte potrebbero essere più lunghe, con un ritardo fino a 3 giorni.

Tempo di risposta del servizio clienti

l nostro servizio clienti può essere contattato via email e tramite le nostre pagine social nei soliti orari lavorativi, ma il tempo medio di risposta potrebbe essere più lungo del solito, poiché la capacità del nostro team è al momento ridotta.

Se hai una richiesta urgente che necessita di essere trattata al telefono, puoi scriverci tramite questi canali e ti chiameremo noi il prima possibile.

Il supporto di Qonto durante l'emergenza COVID-19

Le tue carte virtuali sono gratuite

Uno strumento utile per gestire i pagamenti della tua attività anche da casa è la carta virtuale: la richiedi dalla tua interfaccia Qonto ed è subito disponibile per effettuare tutti i pagamenti online.

Abbiamo deciso di offrirti gratuitamente tutte le carte virtuali che possono esserti utili in questo periodo (sia quelle che già hai creato sia quelle che creerai). Non ti verrà addebitato quindi nessun costo per le tue carte virtuali fino al 31 maggio (incluso).

Link utili:

2 mesi di prova gratuiti per tutti i nuovi clienti

Sappiamo quanto possa essere complicato gestire un business in questo momento e tenere sotto controllo i costi. Il nostro servizio è nato per supportare PMI e professionisti, aiutandoli ad aumentare l’efficienza della propria attività grazie ad un conto 100% online per gestire le spese aziendali.

Proprio per supportare le imprese in un momento così difficile, abbiamo deciso di offrire 2 mesi di prova gratuiti del nostro servizio a tutti i nuovi clienti che apriranno un conto Qonto da ora fino al 31 maggio.

Link utili:

La tua impresa ha bisogno di liquidità?

Attualmente Qonto è un istituto di pagamento (e non abbiamo ancora una licenza di istituto di credito); pertanto, al momento non può offrire soluzioni di finanziamento come prestiti e scoperti di conto.

Se hai bisogno di ottenere liquidità per la tua attività durante questo periodo di emergenza, di seguito puoi trovare alcune soluzioni utili per PMI e professionisti italiani:

Cash Anti Covid-19

BorsadelCredito.it, partner di Qonto, ha creato Cash Anti Covid-19: un finanziamento bullet della durata di 6 mesi progettato per coprire il 100% delle spese correnti delle PMI per il prossimo semestre (salari e stipendi, affitti, utenze).

Come funziona?

  • Tutte le aziende possono fare richiesta sul portale di BorsadelCredito.it, allegando una autodichiarazione dello stato di difficoltà.
  • Il finanziamento è immediato in 48 ore ed è erogato in un'unica rata di importo massimo pari a €500.000 (in base al fatturato annuo).
  • L’azienda ripagherà il prestito ricevuto solo allo scadere dei sei mesi, attraverso un ulteriore finanziamento rateale a partire dai 12 mesi.

Indennità COVID-19

Indennità COVID-19, prevista dal Decreto "Cura Italia": bonus da €600 una tantum per liberi professionisti con partita IVA, cococo (collaboratori coordinati e continuativi), lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri), lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano terminato il rapporto di lavoro dal primo gennaio 2019 al 17 marzo 2020, lavoratori agricoli che possono far valere nell’anno almeno 50 giornate di lavoro agricolo dipendente, lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri nel 2019 e un reddito inferiore ai €50.000.

Come funziona?

  • Al momento il bonus è previsto solo per il mese di marzo.
  • Si può richiedere sul sito dell'Inps tramite una procedura semplificata a partire da mercoledì 1 aprile (le domande potranno essere presentate anche nei giorni successivi).
  • Per presentare la domanda, l’Inps metterà a disposizione un “pin semplificato” da richiedere online.

Indennità per iscritti a casse private di previdenza

Indennità per lavoratori autonomi e professionisti iscritti a casse private di previdenza: bonus da €600 una tantum analogo a quello descritto nel paragrafo precedente e destinato agli iscritti agli Albi professionali.

Come funziona?

  • Le domande possono essere presentate dall'1 al 30 aprile 2020 alle Casse di previdenza di rispettiva iscrizione.
  • Nel caso di plurima iscrizione previdenziale, l'indennità può essere richiesta presso un unico ente.
  • La domanda deve essere presentata secondo modelli predisposti da ciascuna Cassa, che provvede a verificarne la regolarità e ad erogare il bonus.
  • La domanda deve includere un'auto-dichiarazione che attesti il possesso di tutti i requisiti e le condizioni necessarie.
  • Il fondo dedicato ai professionisti con cassa privata ammonta a un totale di 200 milioni di euro: le indennità verranno erogate in ordine cronologico rispetto alla ricezione delle domande e fino ad esaurimento di questo fondo.

Fondo di garanzia

Fondo di garanzia, potenziato dal Decreto "Cura Italia" e dal Decreto "Liquidità": favorisce l’accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese (fino a 499 dipendenti) e dei lavoratori autonomi, mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca o si sostituisce alle garanzie reali portate dalle imprese.

Come funziona?

  • La garanzia è concessa a titolo gratuito.
  • L’importo massimo garantito per singola impresa è di €5 milioni.
  • La garanzia è pari al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 25.000 euro, senza nessuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche possono erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia.
  • La garanzia è pari al 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 800.000 euro, senza valutazione andamentale.
  • La garanzia è pari al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro, senza valutazione andamentale.
  • Il credito è erogato anticipatamente rispetto alla concessione della garanzia.

Come puoi richiedere un finanziamento con la garanzia fino a 25.000 euro?

  1. Compila il modulo di richiesta di finanziamento della banca da cui vuoi ottenere il finanziamento e il modulo per la richiesta di garanzia fino a 25.000 euro (disponibile nella sezione Modulistica del sito web del Fondo).
  2. Invia entrambi i moduli alla banca via email, Posta Elettronica Certificata (PEC) o con altra modalità (se prevista dalla banca), allegando un documento d'identità del sottoscrittore.
  3. La banca inserisce le informazioni contenute nei documenti sul portale del Fondo di Garanzia e può procedere all’erogazione del tuo finanziamento senza attendere l’ammissione della domanda al Fondo.

Garanzia SACE

Garanzia SACE, prevista dal Decreto Liquidità: una garanzia statale concessa attraverso la società SACE Simest in favore di banche che eroghino finanziamenti alle imprese di qualsiasi dimensione (inclusi lavoratori autonomi e liberi professionisti) che abbiano esaurito la propria capacità di accesso al Fondo di Garanzia.

Come funziona?

  • La garanzia è valida sui finanziamenti bancari di durata non superiore a 6 anni, con possibilità di avere fino a 24 mesi di preammortamento.
  • L'importo garantito non può superare il valore maggiore tra il 25% del fatturato annuo dell'impresa e il doppio dei costi del personale dell’impresa nel 2019.
  • La copertura è pari al 90% dei finanziamenti per le imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e fatturato non superiore a 1,5 miliardi.
  • La copertura è pari all’80% dei finanziamenti per le imprese con più di 5.000 dipendenti in Italia e fatturato compreso tra 1,5 e 5 miliardi (su base consolidata).
  • La copertura è pari al 70% per imprese con fatturato superiore a 5 miliardi (su base consolidata).

Altre informazioni utili per le imprese italiane

Abbiamo creato per te una guida semplice e sintetica sulle misure dedicate a PMI e professionisti contenute nel Decreto Cura Italia:

❗️ Una guida semplice sulle misure Cura Italia e Liquidità a sostegno di PMI e professionisti

Di seguito puoi trovare invece altri articoli di fonti autorevoli che possono essere utili per te e il tuo business:

"Decreto liquidità - Nuove misure per le imprese" - Ministero dello sviluppo economico

"Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo" - Governo Italiano, Presidenza del Consiglio dei Ministri

"Le misure del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali contenute nel Decreto “Cura Italia”" - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

"Decreto Cura Italia, per le imprese stop alle tasse e più liquidità anti-Coronavirus" - Corriere della Sera, L'Economia

"Covid-19, tutte le misure del Governo per imprese, professionisti e famiglie" - Il Sole 24 Ore, Guida al Diritto

"Indagine sugli effetti del Covid-19 per le imprese italiane" - Confindustria

Ora più che mai impegniamoci insieme per un obiettivo comune: superare questa emergenza.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli: